Donato DOTI

 

Anni?

33

 

Qual è la tua più grande soddisfazione?  

Soddisfazione è il non essermi mai dato per vinto e non aver perso mai la caparbietà nel raggiungere i traguardi prefissati. Mi piace pensare che la mia più grande soddisfazione è il sentirmi parte attiva di una comunità che lotta tutti i giorni per vivere dignitosamente.

 

Chi sei?  

Sono una persona che tutti vedono senza maschere. Mi ritengo umile, onesto e non ho paura di mettermi in gioco per raggiungere un obiettivo. E non per ultimo sono un ragazzo e un cittadino che ha fatto del suo paese la sua casa.

 

Cosa è per te la Politica?

Per me la politica è libertà: libertà di poter esprimere le proprie idee e le proprie opinioni, è il mezzo che, anche se indignati, ci dovrebbe spingere a domandarci in che modo sarebbe possibile, nelle circostanze attuali, fare meglio.

 

Perché hai aderito al progetto Salesi?

Ho deciso di aderire al progetto Salesi perché fin dai primi istanti ho sentito vivi in esso la volontà e la necessità di portare cambiamenti sostanziali nel modo di amministrare; il senso di appartenenza ad un territorio che tanto ha dato e tanto ha insegnato e che tanto altro avrà ancora da dare alle generazioni future; l’obiettivo di restituire dignità e centralità al proprio paese ed al popolo tutto, in un percorso dove i bisogni vengono ascoltati e dove insieme si provi a dare nuova luce.

 

Cosa vorresti Salesi faccia per la tua Città?

Innanzitutto ASCOLTARE: ascoltare le voci di tutta la popolazione, intercettando con la stessa i driver che possono portare al cambiamento, facendolo crescere in termini economici e di vivibilità, impegnandosi, con tutte le proprie forze, a realizzare un progetto duraturo e fondamentale per il futuro della comunità salese.