Erminia PINTO

 

Anni?

49

 

Qual è la tua più grande soddisfazione?  

Avere tre figli straordinari.

 

Chi sei?  

Lavoro da circa 15 anni nel sociale; tengo laboratori di animazione alla lettura perbambini collaborando col Maestro La Cava e il suo Bibliomotocarro; faccio parte dell’associazione Ipazia e di Radici; faccio parte del Comitato No al Petrolio. Amo i libri illustrati, i libri di Munari, le lettere di Don Milani, la lettera agli amici di Giacomo Ulivi, Gustave Moreau, la Nike di Samotracia, il Battistero di San Giovanni in Fonte, la statua di San Michele Arcangelo.

 

Cosa è per te la Politica?

La Politica è la partecipazione di tutti i cittadini alla elaborazionedi processi di cambiamento dei luoghi in cui vivono; è l’arma più bella per riconoscere alla società la possibilità di intervenire per il miglioramento della vita delle persone.

 

Perché hai aderito al progetto Salesi?

Ho aderito a questo progetto, perché innanzitutto costituito da brave persone. Contemporaneamente esso è nato su un programma partecipato, in cui al primo posto sono state poste due cose: il benessere dei cittadini di ogni età e il rispetto per l’ambiente. Questo progetto crede nella rinascita dei luoghi in cui vivo, io mi onoro di prestare le mie mani e la mia testa ad esso.

 

Cosa vorresti Salesi faccia per la tua Città?

Salesi dovrà innanzitutto rendere realmente trasparente e partecipata ogni decisione presa per la Comunità Salese. Questa è la prima rivoluzione. Poi dovrà lavorare perché Sala abbia un ruolo di guida e di apertura verso gli altri paesi del Vallo, essendo il Comune più grande e complesso. Salesi dovrà restituire ai cittadini la speranza: Creare una città bella, valorizzata, vivibile, in cui stare e tornare; dare occasioni stabili di crescita e innovazione alle imprese piccole e grandi; investire sulla formazione dei propri bambini e ragazzi, per garantire loro la possibilità di avere un futuro straordinario.